condizionale impositivo

12:59 [emo] 5 Comments


Un cliente mi prenota un libro giovedì 30 e gli faccio presente che sarebbe dovuto arrivare non prima del 6 novembre (per i più distratti, domani).

Il tizio, invece, torna oggi a reclamare, piuttosto seccato dall'attesa, dicendo che gli avevo garantito l'arrivo per oggi.

Già questo sarebbe sufficiente a spedirlo da dov'è arrivato, ma con un minimo di calma secca gli faccio presente che - se anche gli avessi detto che il libro sarebbe potuto arrivare oggi - non gli avrei mai garantito l'arrivo, perchè uso sempre il
condizionale.

Ossia: "il libro
dovrebbe arrivare giovedì 6, compatibilmente con la disponibilità presso il deposito".

Alla parola "condizionale", lui replica:
"non m'insegnare l'italiano. Un conto è un condizionale, un conto è che tu me l'hai garantito. E questo è impositivo, non condizionale!".

Non ho altro da dire a riguardo.

5 commenti:

Maurizio ha detto...

Ciao Emiliano sai che ho sempre un paio di "vaffa" disponibili per le emergenze.
Qualora tu ne fossi momentaneamente sprovvisto per servirli al simpatico avventore, (so che anche tu ne fai un discreto uso),non fare complimenti
puoi usare tranquillamente i miei.
Realizzo ora che "un paio",potrebbero non essere sufficienti a coprire il coeficente di stronzagine del soggetto in questione,quindi invito gli amici di questo blog a fare una colletta di improperi da girare allo sciocco.

werther Dell'Edera ha detto...

No Maurì...vedi che non hai capito? Qui siamo di fronte al puro genio! E' la demenza che raggiunge vette sublimi! E' l'insondabile, l'irripetibile e soprattutto l'inspiegabile...un po' come Dante quando incontra Dio...

Comunque tiè Emilià questi sono un paio di vaffanculi che m'avanzavano! Elargisci, elargisci...

:D

emo ha detto...

concordo assolutamente con Werther.
Non sono manco riuscito ad incazzarmi, sopraffatto com'ero dallo stupore procuratomi dalla fantozziana epifania :asd:

smoky man ha detto...

Il tempo verbale "impositivo" mi manca ;) Anzi, condizionale impositivo... ma a sto punto dimmi che libro aspettava... Per caso "Come diventare Rocco in meno di 24 ore"?
E allora bisogna capirlo! :)))

smok!

Carburo ha detto...

Fantastico.
Voglio conoscerlo (è impositivo anche questo, no?)