4 colors is mejo che ciù

08:13 [emo] 10 Comments


Come detto, matite e chine di Riccardo Burchielli.
Alla tavolozza fotosciopposa, invece,
Alessandro Bragalini.


10 commenti:

madmac ha detto...

wow

Marco Rizzo ha detto...

maronna ru carmine!

emo ha detto...

marcuccio, apprezzi?

Riccardo Torti ha detto...

davvero notevele.

emo ha detto...

infatti l'hai notata ;)

Fabio Lai ha detto...

Il Burchiello è sempre grande, anzi ...enorme.

Per quanto riguarda il colore trovo che la palette sia ben azzeccata, le ombre invece hanno praticamente la stessa intensità per qualunque personaggio a qualsiasi distanza si trovi. Ciò crea uno stacco dei piani insufficiente ed un senso diffuso di confusione :\

Mi andava di dare un giudizio tecnico una volta tanto.

emo ha detto...

il discorso tecnico che fai è ineccepibile, ci mancherebbe.
io personalmente non percepisco la confusione, ma è anche vero che sono molto "dentro" la cosa.
sarebbe interessante sapere se questa cosa viene notata anche da altri!
grazie mille, Fabio! :)

DIFFORME ha detto...

ciao emo
bello il disegno e i colori, l'unico problema è lo sfondo troppo scuro, per dire la tipa col cappello sulla sinistra, che tiene il coltello, è semisparita inglobata dal fondo...
lo dico perchè ci tengo che iniziative come questa vadano a buon fine.... :)
in bocca al lupo!

emo ha detto...

Ciao Giorgio, grazie anche per le tue osservazioni!

Marco Rizzo ha detto...

emo, gradisco, gradisco..