l'altra stanza dell'interno blu

19:33 [emo] 7 Comments


Quando passano certi momenti - per inciso, nel caso specifico, già da qualche giorno - a volte passano senza che nemmeno te ne accorga o perchè le cose da scrivere ti mettono sotto pressione, la più bella pressione del mondo.

Negli ultimi due giorni, per fortuna, la mancanza di freschezza e di scioltezza sono state compensate dalla consueta voglia di base (pur castrata) e dal solo pensare che hai delle pagine da scrivere per la sequenza di Killer Elite di Andrea, i dialoghi per quella di Gianfranco,
il soggetto del Benzi da rispolverare insieme a Duccio (con il quale, poi, c'è anche da portare avanti la storia tratta dal racconto).
Senza dimenticare, poi, che se la lucidità è tornata di gran carriera è anche e soprattutto per merito di OWC.

Dire che sei elettrizzato o eccitato è poco, renderebbe certamente di più un'altra espressione, ma sarebbe un filo troppo colorita...


7 commenti:

smoky man ha detto...

O lillo mandami la Mono-tavola che ti amndo la mia ;)

emo ha detto...

lillo a chi? tu come sai di "lillo"?!
tu manda, io mando.

preacher ha detto...

lillo????
lillo???????

LILLO???????


BWAHAHAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAH......

emo ha detto...

@priccio> non hai capito una fava, ma non avevo dubbi.

Bruno ha detto...

Io, io... posso dirla io, l'espressione che renderebbe di più?!
^___-

emo ha detto...

@bruno> vai, buttati!

preacher ha detto...

@emo: sono noto per non capire una sega.