il valzer del Benzi

00:02 [emo] 6 Comments




Il Benzi è proprio un personaggio strano.

Da quando Duccio me l'ha fatto conoscere il nostro rapporto si sta costruendo pian piano, mosso da uno slancio iniziale sorprendente e imprevisto, che ha poi virato verso una reciproca diffidenza (soprattutto da parte sua, ma ho imparato a capire che si tratta prevalentemente di riservatezza) e irregolari assenze e ritorni.

Da qualche giorno abbiamo ripreso a frequentarci e anche lui non è riuscito a nascondere un certo piacere.
Ci stiamo osservando, annusando, aprendo pian piano, stiamo trovando ogni giorno un po' di spazio in più ognuno nella vita dell'altro.
Duccio mi dice che anche a lui col Benzi sta capitando lo stesso e la cosa mi conforta parecchio.

Mi sembra di capire che non potrebbe essere diversamente, dato che chiunque abbia modo di passare un po' di tempo col Benzi non riesce a non provare più o meno le stesse sensazioni.
E' capitato anche a Mario, un mio caro amico che nella vita gioca con i tasti bianchi e neri e che da quando ha conosciuto il Benzi ne ha sondato gli abissi di malinconia e il mistero dello sguardo.
Tanto che gli ha voluto regalare uno splendido valzer per pianoforte, violino e fisarmonica.

E' stata davvero una magia di suggestioni assolutamente non restituibili a parole (almeno per me, che ancora ho le note addosso che ovattano i pensieri e i gesti).
Deve aver provato qualcosa di simile anche il Benzi, che è passato ad ascoltare quel brano che parlava di lui e del suo mondo, salvo poi riprendere il suo cammino sul molo di Valdimacchio.
Sono pronto a giurare, però, che prima di andarsene la sua espressione di costante inadeguatezza si è lasciata cullare da un sorriso commosso.

Ancora grazie di cuore, Mario, sarà un piacere risperimentare la scrittura accompagnata dalla musica, da questa musica, mai così perfetta.


6 commenti:

aladar ha detto...

grazie a te per le bellissime parole :-)

io non ho ancora potuto rendermi conto della riuscita della serata...avevo le immagini alle spalle ed ero concentrato e stressato per tutti i casini che sai...
ti farò il video al più presto!

(ommioddio, mi sento come se avessi nuotato da alghero a genova)

bardamu ha detto...

cavolo! e io dov'ero??
mi dispiace molto non aver potuto esserci ma la distanza è una brutta bestia.. :)
comunque mi stranisce piacevolmente questa cosa.
ora però devo assolutamente sentirlo questo valzer!!
;)

Emiliano ha detto...

@mario> grazie a te e punto! :)

@duccio> Mario garantisce che entro breve sarà disponibile.
In caso contrario, ho già pronte 3/4 teste di cavallo per allietare i suoi risvegli...

aladar ha detto...

@bardamu> se ci fossi stato anche tu sarebbe stata la ciliegina sulla torta!!! :-)

@emo> lascia stare le citazioni coppoliane, e concentrati invece sulle foto che hai scattato: sembro charles laughton che interpreta quasimodo che suona il pinoforte.
cazz...

:-(

emo ha detto...

@mario> allora si tratta di foto iperrealistiche. son stato bravo!

armaduk ha detto...

A proposito di teste di cavallo...