The Bourne ultimatum

12:44 [emo] 3 Comments


La saga di Bourne arriva al terzo (ultimo?) capitolo e lo fa con in cabina di regia lo stesso Peter Greengrass del film precedente.
Il film si sviluppa sul consueto canovaccio già visto nelle prime due pellicole: l'eroe cazzutissimo che viene braccato e sottoposto a un tour de force di difficoltà crescenti e che si fa carico - in questo caso - di una personalissima vendetta attraverso la quale tentare di recuperare i tasselli che gli mancano del proprio - dimenticato - passato.
Greengrass ha mano abile e sicura, riesce a confezionare un buon prodotto con pregevolissima asciuttezza e nelle convulse e concitatissime scene d'azione mostra una leggibilità che all'esordio con il personaggio di Ludlum era invece mancata almeno nei momenti topici, assecondato qua da un buonissimo montaggio.
La soluzione finale dell'intreccio è banalotta e superficiale, niente che dia alla trilogia un reale senso di completezza e tutta la sceneggiatura viaggia su binari piuttosto convenzionali.
Ciò non toglie che Bourne Ultimatum sia un film godibilissimo e divertente, grazie anche alla fisicità e alla prova di un Matt Damon in ottima forma.

The Bourne Ultimatum - Il ritorno dello sciacallo
Di: Paul Greengrass
Con: Matt Damon, Julia Stiles, David Strathairn, Scott Glenn, Paddy Considine, Edgar Ramirez, Albert Finney, Joan Allen, Daniel Brühl.

USA, 2007
Durata: 111 minuti circa.


3 commenti:

werther ha detto...

Scusami ciccio ma Greengrass non è il regista di Bourne Identity (che è il primo film ed è diretto da tale Doug Liman) ma di Bourne Supremacy ( che è il secondo )........

emo ha detto...

cazzo. bella figura di sterco.

emo ha detto...

edito