dallo spazio profondo alla Magna Grecia

19:23 [emo] 14 Comments

L'approccio post-moderno al fumetto? L'ho inventato io.
Il citazionismo sclaviano in Dylan Dog? Bah... ero in anticipo di 3 anni buoni.
Basta vedere quel caposaldo del fumetto occidentale che è Spazio 1999 in: Alien! (8/12/83 dice la cover), one-shot in cui il cross-over è solo uno degli elementi costitutivi di una struttura narrativa coi fiocchi.
Per non parlare dei dialoghi! Eccone un esempio (riporto tutto esattamente, errori compresi):


- ehi Joan t'è andato storto qualcosa o cosa ti è successo?

- gli è salita la bava alla bocca ha delle crisi eppiletiche.



L'anno successivo, nel giugno del 1984, lancio una serie imperdibile: Kòbarisk il greco. Lascio parlare l'introduzione (anche qua, senza alcuna correzione):

Kòabarisk il greco è nato il 28 maggio 1956 a Kastorìa (Grecia nord orientale). Alla morte dei genitori, avvenuta nel 1976, si rifugia sul monte Olimpo, l'antico monte dove si credeva risiedessero gli dei. Qui, in una caverna, ha a disposizione le apparecchiature elettroniche più sofisticate, poichè può usufruire di un'ingente eredità e le può usare benissimo grazie ad una laurea in ingegneria elettronica, avuta nel 1978 ad Atene. Kòbarisk aiuta la polizia nel combattere l'ingiustizia e usa come arma un coltello-spada (specie di gladio romano) dai magici poteri, trovato conficcato nella roccia, sulla vetta dell'Olimpo. Non mi resta che augurarvi buon divertimento.

14 commenti:

aladar ha detto...

cazz, emilià...ti amo!!!

emo ha detto...

Appena passi in libreria te li faccio leggere: ci sono alcuni passaggi tanto deliranti da sembrare davvero geniali! :-)))

aladar ha detto...

una cosa davvero geniale è l'accostamento Kobarisk il greco/Rapina alla gioielleria !!!! :-D

emo ha detto...

La gioielleria Saksonik...

aladar ha detto...

per kobarisk, vista l'arma, eri in trip Thor o in trip Los Angeles '84? :-D

emo ha detto...

Forse ero solo in trip da Coccoina... :-)

Anonimo ha detto...

cazz... è veramente teribbbile:)

armaduk

emo ha detto...

quale, in particolare? :-)

Anonimo ha detto...

Kòbarisk aiuta la polizia nel combattere l'ingiustizia e usa come arma un coltello-spada (specie di gladio romano) dai magici poteri, trovato conficcato nella roccia,
:)))

armaduk

emo ha detto...

Nella prima tavola, Kòbarisk si mette sulle tracce dei rapinatori.

Dida: in macchina kòbarisk interroga il suo computer
Kòbarisk: quindi la macchina è diretta verso overst?
computer: si!

ho pianto due ore! :-))

aladar ha detto...

Kòbarisk: quindi la macchina è diretta verso overst?
notate la raffinata citazione cinefila: overst come erst, ovvero HEARST, magnate dell'editoria su cui orson welles ha basato CITIZEN KANE!!! emiliano longobardi, questo (s)conosciuto.

emo ha detto...

Ho controllato: purtroppo ho digitato male sul blog, allora scrissi giusto.
Peccato, eh? :-)
Guarda un po' le storie disegnate da Bruno Enna nel post che ho appena messo...

preacher ha detto...

ho una domanda:
se nel 1976 il tizio greco si rifugia sull'Olimpo, come ha fatto a prendere la laurea ad Atene nel 1978?
Scendeva ogni tanto nella metropoli a fare gli esami?

emo ha detto...

@priccio> esattamente. niente di più semplice: studente pendolare.