il mio disegnatore preferito

18:29 [emo] 19 Comments

Ci sono due argomenti, SeD e Xiola, che mi sto ben guardando dall'affrontare in maniera approfondita.
C'è sempre qualcosa che mi blocca o che mi spinge a dire troppo.
Fino a quando non supererò l'impasse, dovrò necessariamente dare per scontate un po' di questioni.

Come detto qualche post fa, l'altra metà di Xiola, oltre Antonio e me, è stato Werther Dell'Edera.
Werther è - oggi - il mio disegnatore preferito.

Non c'entra un cazzo l'amicizia che mi lega a lui, non c'entra un cazzo l'imprinting di Xiola, non c'entra nient'altro che non siano i suoi lavori.
Werther, fino ad oggi, ha realizzato Road's End su testi di Giuseppe Bazzani per la Magic Press e da qualche anno è entrato nella scuderia dell'Eura Editoriale, casa editrice per la quale ha sfornato centinaia di tavole per i liberi pubblicati sugli storici Lanciostory e Skorpio, e - su testi di Lorenzo Bartoli e Roberto Recchioni - ha inoltre disegnato due episodi di Detective Dante e uno di John Doe. Proprio in questo momento potete trovare in edicola il suo John Doe (il n.34, scritto da Recchioni) e il suo secondo episodio di Dante (il n.10, scritto da Bartoli).

Il n.10 di Dante ha definitivamente scatenato in me l'amore per il modo di disegnare di Werther: un segno istintivo e di stomaco, che tradisce l'urgenza di formare la tavola, dare vita al racconto. Neri poderosi e pulsanti, ottime caratterizzazioni dei personaggi, in un perfetto connubio di ottime scelte d'inquadratura, suggestive e ricche di pathos e adrenalina, ma sempre funzionali a una narrazione efficace.

Vien da sè che è con particolare orgoglio che ritorno con la mente ai giorni in cui ci sbattevamo su Xiola e anche alla seconda (e per ora ultima) volta in cui abbiamo lavorato insieme.
Si tratta di una storia breve realizzata nel 2000, che proponemmo alla Kappa Edizioni per il mensile Mondo Naif.

Per diversi motivi non se ne fece nulla della pubblicazione, ma rimango tutt'ora molto legato a quelle nove tavole.
Le trovate qua sotto.













19 commenti:

il matta ha detto...

ma guarda! un compagno di layout di blog! sapevo che prima o poi sarebbe successo...ciao!

emo ha detto...

@il matta> ciao Manlio, ti ho inviato una mail.

aladar ha detto...

il tuo amico werther (che ho conosciuto a Li Punti nell'intervallo di una serata dei Palladium...intervallo a base di PEPPEEEEPEPEPEPEEEE...che tristezza, ricordi emi?) ha uno stile molto personale, ma mi ricorda qualcuno...mi ricorda ...mi ricorda...boh, non ricordo, ma sono quasi sicuro che disegni per nick raider...

Fabio Lai ha detto...

Oh Emo, il mio 56k ci mette una vita a caricare i' tu blogghe :(
Non è che hai messo delle immagini un po' pesantucce?

emo ha detto...

@aladar> non dirlo troppo a voce alta, Wuber potrebbe aversene a male e - per ritorsione - si metterebbe a palleggiare con le tue rotule... ;-)

@fabio lai> e che ci vuole a farsi un'adsl? :-)))

aladar ha detto...

il mio voleva essere un complimento! mica ho detto che COPIA! azz...tutti così permalosi i disegnatori? o ti riferisci al fatto che disegnare per nick raider sia un disonore? :-D

emo ha detto...

nè l'una nè l'altra cosa. mi riferivo al fatto che dipende tutto dal disegnatore cui ti riferisci ;-)

aladar ha detto...

tranquillo, non mi riferivo di certo a gustavo trigo ;-)

emo ha detto...

@aladar> uno dei migliori... aveva un segno meraviglioso e una forza espressiva e narrativa che molti acclamati di oggi si sognano.

aladar ha detto...

mi dici questo? :-o
a me non è mai piaciuto... :-(((

emo ha detto...

@aladar> mi spiace per te. :-) a parte gli scherzi, prova a risfogliare qualche suo vecchio albo, anche di Dylan Dog... per me lo rivedrai con altri occhi.

jelem ha detto...

Povero Trigo...
Già in vita non era granché considerato. Adesso lo citate solo per i bonelliani. (Do you know "La guerra degli Antartes" su testo di Oesterheld?, in Italia su Skorpio nel 1985 circa).
Non era un grandissimo, di certo possedeva un segno difficilmente catalogabile come "bello" o "pulito", però - ha ragione emo - di grande espressività.

emo ha detto...

@jelem> citavo il recuperabile in tempi brevi ;)

aladar ha detto...

ok, ho capito...vado a cospargermi il capo di cenere.

emo ha detto...

@aladar> se non ti piace Trigo, mica devi!

Edoardo ha detto...

Ciao Emo, Sai che Lorenzo Bartoli sta collaborando, insieme a Daniel Zezelj, con la Playthelab (il laboratorio creativo di Nokia) per la realizzazione di Tigri di carta, il primo Serial-Movie nato per internet, la cui storia si svilupperà grazie alla partecipazione degli utenti che potranno aderire in qualità di autori o attori ? ti lascio il link.... magari ti venisse in mente di provare a collaborare con lui !!! www.playthelab.it
Ciao!

emo ha detto...

grazie per la segnalazione :)

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.